Ecco come far diventare un’esperienza che mette paura, ovvero attraversare la strada a Saigon, in una delle esperienze più divertenti di una vacanza in Vietnam!

Ho Chi Minh, o Saigon come viene ancora chiamata dai Vietnamiti, è una delle città più caotiche che io abbia mai visitato. Dei dieci milioni di moto che circolano in Vietnam ho il sentore che nove milioni si radunino ogni giorno all’ora di punta in città!

Se avete in programma di visitare il Vietnam preparatevi a mettere in un angolo tutte le certezze imparate negli anni su come attraversare la strada, dimenticatevi le strisce pedonali e i semafori verdi e dimenticatevi che gli autobus si fermino davanti ad un pedone…. Gli autisti vietnamiti dei mezzi pubblici sono i più agguerriti. Non vi spaventate, attraversare la strada a Saigon fa parte del divertimento di vivere come i locali e alla fine, una volta imparata qualche nozione non è molto difficile. I vietnamiti attraversano la strada lanciandosi nel traffico, camminando ad andatura regolare sicuri che nessun mezzo li colpirà e si muovono leggiadri fino all’altro capo della strada.

Attraversare la strada a Saigon: tecnica 1

Può sembrare pericoloso, concordo, ma allo stesso tempo è molto divertente.

Per prima cosa prendetevi il vostro tempo a bordo della strada. Non iniziate ad attraversare se arriva un autobus, aspettate i mezzi più piccoli. L’attesa non sarà lunga, i veicoli sulle strade son perlopiù moto visto che in Vietnam comprare un’auto risulta molto costoso. I motociclisti sono esperti nello schivare i pedoni.

Immettetevi nella strada, non fatevi prendere dal panico e muovetevi lentamente senza modificare l’andatura e senza fermarvi. I motociclisti saranno in grado di schivarvi ma se si trovano davanti una persona che cambia traiettoria mettendosi a correre o fermandosi saranno loro ad andare nel panico: a quel punto si rischia un incidente. Tenendo un’andatura costante arriverete dall’altro lato della strada sani e salvi.

strisce pedonali a Saigon

Attraversare la strada a Saigon: tecnica 2

Visto che seguire le indicazioni citate sopra non mi ha mai dato la sicurezza sperata ho affinato una tecnica che si addice di più alle mie paure: attraversare insieme ad un locale! Ebbene sì, si trova sempre un’anima buona che prende noi viaggiatori a braccetto e ci porta sani e salvi a destinazione. Basta guardare intorno a noi fare un sorriso e veniamo aiutati. È capitato che sia stata presa a braccetto e portata dall’altro lato della strada senza nemmeno averli chiesto!

motorini a saigon

La giusta ricompensa!

Come potete immaginare, la prima volta che ho attraversato la strada a Ho Chi Minh City, e sono sopravvissuta, avevo la gola secca per l’emozione; in casi come questo quel che ci vuole per riprendere le forze è un bel succo di canna da zucchero.

Si trova facilmente ovunque ci sia un piccolo carretto di colore sgargiante che vende Nuoc Mia. Il succo è fresco, la canna da zucchero viene inserita in una specie di spremitore che ne estrae il succo mescolato poi con sale che ne esalta il sapore.

Il succo è salutare e non eccessivamente zuccherato, dà energia immediata il che non guasta dopo una giornata passata camminando in giro o per l’appunto dopo un’esperienza impegnativa come quella dell’attraversamento stradale! Il succo di canna da zucchero inoltre contiene molte fibre, carente nella tipica dieta vietnamita. E se avete esagerato con la Bia Saigon, il succo aiuterà a smaltire i postumo della sbornia!

van succo di canna da zucchero

succo di canna da zucchero

succo di canna da zucchero

Un angolo di pace a Ho Chi Minh City

Se il traffico di Saigon risulta troppo caotico e c’è bisogno di un momento di pace, non esiste luogo migliore di Binh Quoi Village. Questa oasi di pace dista solo 15 minuti dal centro città e sembrerà di essere sul delta del Mekong. Si tratta di una riproduzione, ma è bello, pacifico e l’ingresso è gratuito. Si possono noleggiare barche a remi e passare un po’ di tempo remando sul lago oppure oziare distesi su un’amaca al riparo dal sole in una capanna di bamboo. La passeggiata all’interno del villaggio si snoda tra ponti di bamboo, piante tropicali e tanti punti ristoro dove sedersi per bere una bibita rinfrescante.

 capanna a Binh quoi, Vietnam

ninfee giganti a Binh Quoi, Vietnam

E dopo qualche ora di meritato relax non resta che riprovare ad attraversare la strada, buona fortuna!

Serena