L’Indonesia è un arcipelago che conta più di 17.000 isole e può vantare una varietà impressionante di panorami, tradizioni e culture. Per la maggioranza dei turisti Indonesia, è sinonimo di Bali, ma perché per una volta non lasciamo stare l’isola famosa e andiamo a visitarne una altrettanto bella e meno visitata?

In collaborazione con Cinzia Bru Gallastroni, travel designer esperta di viaggi in Indonesia, vi presentiamo l‘isola di Flores.

Conosciuta per le escursioni al parco di Komodo e i suoi draghi, solitamente viene visitata in fretta con un tour di pochi giorni all’interno di un itinerario dove fa da protagonista la più conosciuta Bali. Questi brevi tour si limitano alla visita dei draghi e della piccola città di Labuan Bajo, punto di arrivo e partenza delle crociere per il parco di Komodo. A Flores ci sono ben più cose da vedere, tanto che si può trascorrere un’intera vacanza soltanto qui.

Natura incontaminata, piccoli villaggi che ancora vivono seguendo tradizioni animiste, risaie, meno comodità delle isole più blasonate e molta avventura: noi vogliamo visitare Flores con calma, siete pronti a partire con noi?

Cosa vedere a Flores

Stiamo per immergerci nel paradiso! Idee e spunti per una vacanza a Flores: ecco le località più belle dell’isola per chi cerca pace, natura e tranquillità.

Labuan Bajo

Labuan Bajo, la cittadina punto di arrivo di molti tour, sta vivendo una repentina trasformazione. Ogni volta che ci torniamo la troviamo cambiata, più turistica. Un numero sempre maggiore di centri commerciali e catene alberghiere ne deturpano lo splendido panorama.

Nonostante ciò, è ancora una meta imperdibile e consigliamo almeno una giornata per apprezzare le diversità culturali che vivono in città.

Le chiese di Flores

La prima cosa che salta all’occhio arrivati a Flores, anche solo rimanendo a Labuan Bajo, è la presenza di chiese cattoliche. È abbastanza inusuale trovare tante chiese in Asia, ma Flores è un caso particolare: sebbene ci sia una forte presenza islamica, su quest’isola indonesiana la maggiorenza dei credenti è di fede cattolica.

Sull’isola ci sono molte missioni gestite dalla chiesa cattolica ed è un particolare che a noi non è sfuggito. Non mancheremo di incontrare qualche connazionale che si prodiga per aiutare la popolazione locale.

Parco di Komodo e Rinca

Labuan Bajo è il punto di partenza per il parco di Komodo e le sue splendide isolette.

Il modo migliore per esplorarlo è una crociera di tre giorni che ci porterà alla scoperta di panorami da sogno e spiagge bianchissime bagnate da un mare cristallino. Non mancherà il tempo per lo snorkeling (o immersioni, per chi desidera andare più in profondità): non vorremo mica perdere l’occasione di nuotare in acque trasparenti in compagnie di mante e tartarughe?

Per i famosi draghi di Flores invece ce ne andremo a Rinca, un’isola più brulla dove i draghi sono meno spettacolarizzati e possono ancora vivere secondo ritmi naturali.

Padar è il luogo ideale dove aspettare il tramonto: con un breve trekking arriveremo alla vetta dell’isola da cui potremo godere di una splendida vista a 360 gradi sul parco.

Parco di Riung

A questo punto siamo già perdutamente innamorati del mare di Flores! Andiamo a esplorare un’altra parte dell’isola: il parco di Riung e le sue 17 isole. Se vi prendete la briga di contarle noterete che le isolette sono più di 17, ma il governo ha deciso che il numero ufficiale è 17 in onore alla data di indipendenza nazionale, che è il 17 Agosto.

Arrivare a Riung non è semplice: è un lungo viaggio su strade tortuose e dissestate. Allora perché andarci? Per la pace e per una natura incontaminata.

Il parco di Riung si visita in barca con una gita in giornata e anche qui è d’obbligo fare snorkeling per ammirare gli splendidi fondali. Usciti dall’acqua ci godremo un tramonto mozzafiato e poi ci addormenteremo cullati dal suono delle onde e della natura.

A Riung la vita scorre tranquilla, non c’è vita notturna. A noi va bene così: siamo venuti per la pace.

Trekking a Flores

Flores non offre solo mare ma anche trekking e cultura.

Bena, Tololela e Wae Rebo sono caratteristici villaggi che conservano le tradizioni animiste. I pochi abitanti rimasti in questi villaggi vivono ancora in tradizionali capanne dalla forma conica. Sono luoghi senza tempo dove si può entrare in contatto con l’anima di Flores.

Tutti e tre si possono visitare con un breve trekking. La camminata per visitare Bena e Tololela è semplice e si snoda attraverso una foresta lussureggiante. Per giungere a Wae Rebo il trekking è leggermente più faticoso: si tratta di un percorso di circa 2 ore e mezza, anch’esso attraverso una foresta. La fatica verrà ripagata da una emozionante esperienza: prendere parte alle cerimonie del villaggio e poi dormire  in una tipica capanna a forma conica.

Il trekking più impegnativo (rigorosamente facoltativo!) è la salita al monte Inerie: già vedendo la sua forma conica si capisce che il percorso non è dei più semplici. Per chi vuole provare la salita e assistere ad un’alba spettacolare la giornata inizia alla 2 del mattino.

Un trekking lungo e un’alzataccia mattutina non fanno per voi? Un trekking breve, facile e adatto a tutti, è la salita al monte Kelimuto: alla fine della camminata vi attende una magnifica sorpresa. Vabbè dai, spoileriamo: si tratta di tre laghi colorati. Sono così suggestivi che sapere in anticipo cosa troverete non toglierà magia al momento in cui i laghi si presenteranno ai vostri occhi.

Un itinerario nell’isola di Flores

La breve lista di attrazioni a Flores che vi abbiamo proposto è stata pensata per stimolare la vostra curiosità e la voglia di conoscere l’Indonesia al di là dei soliti itinerari turistici.

Siamo riuscite a stuzzicare la vostra voglia di viaggiare? Se avete deciso che Flores è la meta ideale per il vostro prossimo viaggio e volete un itinerario personalizzato per piccoli gruppi, coppie o singoli viaggiatori contattateci.

Studieremo per voi un itinerario a Flores, scegliendo le attrazioni e località più adatte a farvi entrare nello spirito di quest’isola. Potrete vedere foreste, cascate, spiagge, risaie, vulcani, villaggi, città: meraviglie della natura e dell’uomo.

Inseriremo nell’itinerario altre chicche oltre a quelle già menzionate, come la spiaggia Blue stone, la spiaggia dalle pietre blu di cui ancora oggi nessuno sa spiegare il motivo della colorazione, le risaie spiderweb a forma di ragnatela e la capitale di Flores, Maumere.

Chi lo desidera potrà cimentarsi nella danza conosciuta in tutta l’Indonesia… forse non proprio scatenata ma divertente!

Itinerario di viaggio a Flores: info pratiche

Un tipico viaggio a Flores, così come lo proponiamo noi secondo la formula del viaggiare lentamente di Liberi nel Mondo, prevede spostamenti in auto privata, barca e brevi voli. La crociera al parco di Komodo è su barca munita di tutte le norme di sicurezza, cabine e bagni in condivisione.

Un’informazione che è bene sapere prima della partenza: in molte zone dell’isola di Flores non esiste WIFi. ll nostro consiglio è di fare di necessità virtù e godersi il distacco dalla tecnologia per un breve periodo. Se non potete farne a meno consigliamo di munirsi di sim card locale.

Per le escursioni sono consigliati scarponcini da trekking, garantiscono comodità e una maggior sicurezza.