In quanto a manifestazioni e festival la Birmania non è da meno rispetto a India, Thailandia, Indonesia e altri paesi del sud est asiatico che mantengono vive le loro tradizioni con eventi che combinano spiritualità e folklore.

L’evento religioso-folkloristico più famoso della Birmania è il Festival della Luna Piena (chiamato anche Festival della Pagoda o Phaung Daw U Festival) che si svolge in autunno sul lago Inle. La zona è delle più belle del paese e una delle più visitate: il lago Inle, secondo della Birmania per estensione, è un pittoresco specchio d’acqua incastonato in una vallata tra due montagne, famoso peri suoi villaggi e giardini galleggianti. La vita si svolge interamente sull’acqua: case, monasteri, scuole, laboratori artigianali, orti… qui tutto ha i piedi in acqua!

Sono quindi le acque del lago la spettacolare location di questo festival dalle origini religiose a cui accorrono gli abitanti di tutta la regione, dalle valli e dalle montagne, compresi i villaggi più remoti. Per i visitatori internazionali è una splendida occasione per conoscere le tradizioni locali e vivere momenti emozionanti.

Le origini del Festival Luna Piena

Il giorno della luna piena è il clou di un festival che dura ben tre settimane. Questa particolare data segna la fine del WASO per i monaci buddisti, un periodo di purificazione simile alla nostra quaresima. Viene celebrata per festeggiare l’anniversario del ritorno di Buddha dal cielo, dove si era recato per esprimere gratitudine alla madre morta nel darlo alla luce.

Noi comuni mortali non possiamo andare dalla Terra al Cielo e viceversa a nostro piacimento. Possiamo però viaggiare in Birmania per assistere alle celebrazioni organizzate nei villaggi del Lago Inle in occasione di questa ricorrenza.

Quando si svolge il Festival della Luna Piena

È noto come festival della luna piena ma forse sarebbe più corretto chiamarlo festival della luna crescente: il Phaung Daw U Festival si svolge dal primo giorno di luna crescente al terzo giorno successivo alla luna piena del mese di Thadingyut.

Questo periodo corrisponde al settimo mese del calendario birmano tradizionale e cade tra settembre e ottobre del nostro calendario.

Poiché vengono stabilite in base alle fasi lunare, le date precise del festival variano di anno in anno.

Come si svolge il Festival della Luna Piena

Il Festival della Luna Piena prende ufficialmente il via quando dalla pagoda di Phaung Daw U vengono fatte uscire quattro statue sacre del XII secolo raffiguranti il Buddha nel corso di una cerimonia ricca di canti e preghiere. Le statue vengono trasportate su una barca cerimoniale dalle scintillanti ali dorate, seguite da una moltitudine di barchette di fedeli anch’esse ornate a festa.

La barca cerimoniale, chiamata karawaik dal nome di un uccello mitologico birmano, segue un itinerario sul lago con sosta ogni notte in un diverso villaggio. Barca e barchette sono condotte dagli abili rematori del lago Inle, famosi per remare con una gamba e a stare in equilibrio con l’altra.

A ogni arrivo in un diverso villaggio la barca viene salutata con esplosioni di gioia e gran fanfare; le figure sacre vengono omaggiate con doni e offerte. Danze tradizionali, esibizioni di arti marziali e un’appassionante gara di voga completano il programma del festival.

Durante il festival villeggianti e rematori indossano costumi tradizionali.

Curiosità: la quinta statua del Buddha

Le statue del Buddha conservate all’interno della pagoda Phaung Daw U sono cinque, ma di queste solo quattro vengono fatte sfilare in barca durante il festival della luna piena. Sapete perché?

Beh, la statua “mancante” in passato veniva portata in processione come le altre, ma un anno cadde in acqua e sembrò ormai persa, senonché riapparve misteriosamente all’interno della pagoda. Dopo questo episodio, si decise di non tirarla più fuori: d’altronde nessuno vorrebbe sputare sulla fortuna, figuriamoci se lo farebbe un popolo superstizioso come quello birmano!

Dove si svolge il Festival della Luna Piena

Il Festival della Luna Piena coinvolge ben 14 villaggi nella zona del lago Inle, tra cui Khey Paw Khone, Indein,
Heya YwaMa, Nga Phe Chaung, Khay Sar, Pwe Sar, Link Kin e Nyaung Shwe.

Il luogo simbolo di questo festival è la pagoda Phaung Daw U, dove per tutto l’anno sono custodite le statue del Buddha che vengono fatte sfilare durante il festival.

Come arrivare al lago Inle

L’aeroporto più vicino al lago Inle è quello di Heho, una cittadina a circa 40 km dal lago.

Potete prendere un volo interno da Yangon, ma il costo è piuttosto alto e dovrete poi aggiungere il costo del trasporto dall’aeroporto al lago.

Una soluzione più lenta ma più economica è il bus. Numerose compagnie di bus a lunga percorrenza collegano la cittadina di Nyaung Shew sul lago con Bagan, Mandalay, Yangon e altre destinazioni nazionali in minibus o night bus con sedili reclinabili.

Il lago Inle è una delle tappe del nostro itinerario di viaggio in Birmania Cultura e Spiritualità dal tramonto all’alba.