Se viaggiate in Asia nei mesi di aprile e maggio potreste incorrere nelle celebrazioni del Vesak, ovvero… il compleanno del Buddha!

È un compleanno molto particolare, senza torte e candeline, ma è una festa a cui gli asiatici tengono molto, tanto che viene festeggiata non solo dai buddisti (sia di tradizione theravada o mahayana) ma anche in alcune occasioni dagli induisti.

Le origini del Vesak

Quando si festeggia il Vesak? E cosa si festeggia esattamente in quest’occasione?

Quel che noi chiamiamo “il compleanno del Buddha”, che in Asia viene chiamato Vesak, non è una celebrazione storica bensì simbolica. La parola Vesak in pali (la lingua della liturgia e dello studio buddista) indica il mese lunare corrispondente ai mesi di aprile-maggio del nostro calendario.

La festa del Vesak venne istituita ufficialmente nel 1950 per ricordare il Buddha Shakyamuni quale ispiratore e fondatore di un movimento religioso e filosofico. Si tratta di un’occasione per i fedeli di rendere omaggio al Buddha storico (Gautama Buddha) e di seguirne i precetti.

Oggi il Vesak è una delle feste religiose più importanti del buddismo. Si svolge nell’arco di tre giornate, durante le quali si celebrano simbolicamente la nascita, l’illuminazione (il raggiungimento del nirvana) e la morte del Buddha storico.

Siete curiosi di assistere a questa festa? Nel programmare il vostro viaggio ricordate che il Buddha non compie gli anni ovunque nello stesso giorno! Le date del Vesak cambiano infatti a seconda di piccole varianti nei calendari buddhisti in uso nei paesi del Sud Est Asiatico e nell’Asia Orientale.

processione del vesak

Come si festeggia il compleanno del Buddha

Essendo una festività religiosa, il Vesak viene celebrato con visite ai templi e processioni. Nei templi i monaci recitano il mantra e benedicono i fedeli; questi ultimi son soliti portare delle offerte di fiori, incensi e candele. Nelle città più importanti i monaci benedicono i fedeli durante una processione su carri adobbati di fiori.

Alle tradizioni religiose si sono affiancate in anni recenti anche riti più “profani”: nel giorno del Vesak i venditori ambulanti di cibo, vestiti e oggetti vari che si posizionano nelle vicinanze dei templi fanno affari d’oro!

Per i veri fedeli però il compleanno del Buddha rimane un’occasione per meditare e seguire i precetti del buddismo.

statua del buddha

Dove festeggiare il compleanno del Buddha

Vi abbiamo incuriositi e volete assistere alle celebrazioni del Vesak? Si festeggia un po’ in tutto il Sud Est Asiatico e non solo, ma ecco qualche idea per un Vesak particolarmente suggestivo.

Il Vesak in Cina: è un fattore puramente numerico: data la sua enorme popolazione, la Cina è il più importante paese buddista al mondo. Non stupisce quindi che proprio qui si tengano le celebrazioni più grandi.

Il Vesak in Vietnam: in questo paese, a maggioranza buddista, le celebrazioni del Vesak hanno anche un significato storico. La festa fu introdotta dal governo del Vietnam del Sud nel 1958, vietando però alcuni riti. Queste limitazioni vennero rimosse nel ’63, ma con la fine della guerra del Vietnam e la vittoria dei Viet Cong la festa venne disconosciuta dal governo ufficiale. Fu reintrodotta negli anni ’80.

Il Vesak in Malesia: in questo paese i buddisti sono una minoranza, circa il 20% della popolazione, e forse per questo le celebrazioni del Vesak sono particolarmente sentite. Il fulcro dei festeggiamenti è il monastero buddhista Maha Viahara a Kuala Lumpur, la capitale.

Il Vesak a Singapore: questo è uno dei compleanni del Buddha più affascinanti a cui possiate assistere! Le statue del Buddha sparse per la città vengono illuminate e si tengono processioni a lume di candela. La maggioranza dei fedeli si riunisce al tempio Lian Shan Shuang Lin, il più antico di Singapore.

Il Vesak in Birmania, Thailandia, Laos e Cambogia: sono paesi a maggioranza buddista, dove viene seguita principalmente la corrente Theravada. Non è esagerato dire che in questi paesi il Vesak ha un’importanza pari a quella del Natale per i cristiani.

Il Vesak in Indonesia: la minoranza buddista del paese si raduna a celebrare il compleanno del Buddha nel tempio Borobudur a Giava, ma si tengono celebrazioni un po’ ovunque, incluso nei templi induisti di Bali.

Vesak a bali

Consigli per partecipare al Vesak

Per entrare nello spirito religioso del “compleanno del Buddha” attenetevi al dress code del paese in cui vi trovate. In genere i fedeli in queste occasioni si vestono di bianco, ma chiedete consiglio al vostro hotel per non sbagliare: sarà anche un modo per iniziare una conversazione e conoscere meglio la cultura locale.

Anche sul cibo è meglio essere rispettosi e fare come la gente del posto, che spesso in queste occasioni evita carne e pesce.

Happy Vesak Day