“Vietnam in motoretta, un itinerario liberi come il vento” è un viaggio in Vietnam che ti porta in mezzo alla natura e a contatto con le popolazioni locali spostandoti usando il mezzo preferito dai vietnamiti: la moto!

Il Vietnam è un paese molto vasto e dalle mille sfaccettature, dove è possibile ammirare città storiche ricche di monumenti risalenti ad antiche dinastie, panorami da sogno con risaie a terrazza e spiagge incantevoli. Difficile e poco gratificante vedere tutto in poco tempo: secondo la filosofia del viaggiare lentamente di Liberi nel Mondo, il nostro itinerario in moto si sviluppa interamente nella parte centro-nord del paese, la più adatta a essere visitata con questo mezzo.

Durante il viaggio saremo sempre accompagnati da una guida esperta che ci porterà alla scoperta di strade meno battute.

Non guidi? Viaggia in moto come passeggero

Visitare il Vietnam a bordo di una moto è il modo migliore per ammirare questo affascinante paese… ed è un’esperienza alla portata di tutti!

Il nostro viaggio è pensato sia per esperti centauri sia per chi mai si sognerebbe di guidare una moto. Se siete piloti esperti potete guidare la moto voi stessi; se invece non avete mai guidato o l’avete fatto ma non vi sentite sicuri potete vivere l’avventura on the road come passeggero.

Le tappe dell’itinerario

Tra le tante bellezze del Vietnam, cosa riusciremo a vedere nel corso del nostro itinerario liberi come il vento?

Saranno tante e variegate: senza corse forsennate, andando al giusto ritmo che ci consente di apprezzare le cose da vedere e il vento in faccia, trascorreremo giorni immersi nel verde su e giù per stradine di montagne e pomeriggi di ozio al mare, vedremo alcune tra le più famose località turistiche del Vietnam e gemme nascoste.

Hanoi

Il viaggio inizia nella capitale del Vietnam Hanoi, principale aeroporto d’arrivo per i viaggiatori occidentali. Qui capirete subito l’importanza della moto per i vietnamiti: è il mezzo di trasporto per eccellenza per destreggiarsi nel traffico caotico delle città vietamiti.

Avremo una giornata da dedicare alla visita della città, un tempo sufficiente per esplorare il quartiere vecchio, riposarsi lungo le sponde del lago, visitare i musei principali e provare un caffè all’uovo. Dopodoché si parte in sella alla moto, direzione nord!

motorini a saigon

Parco nazionale Ba Be

La prima tappa ci porta al Ba Be National Park, un parco immerso nella pace: qui avremo un primo assaggio dei panorami vietnamiti e della vita dei suoi abitanti. Gli unici rumori che sentiremo saranno quelli della natura e sarà sempre la natura a svegliarci presto con i primi raggi del sole, pronti per riprendere il viaggio.

Visiteremo il lago Ba Be con una piacevole crociera di un paio di ore, dopodiché riprenderemo la moto fino a Cao Bang.

Vietnam del Nord

Ci spingiamo più a nord per ammirare panorami spettacolari tra montagne e risaie a terrazza. Lungo il nostro percorso ci imbatteremo in numerose cascate e nulla ci vieta di fermarci per un bagno rilassante. Ad ogni tappa saremo ospiti di famiglie di etnia diversa per conoscere meglio la varietà di etnie che popola il Vietnam.

La zona di Meo Vac e Ha Giang è una delle più remote e belle del paese, abitata da diverse etnie, ciascuna con le proprie tradizioni. Il passo Pi Leng è uno dei 4 passi più lunghi e belli del Vietnam: possiamo farcelo mancare? Certamente no! E poi il Rock Plateau, il Vuong Palace a Dong Van, l’Heaven gate a Quan Ba: noi li scopriremo tutti!

Andremo anche a Sapa: vero, è una delle località più blasonate del Vietnam, ma la sua fama non è ingiustificata. Il panorama lascia senza fiato: risaie a terrazza a perdita d’occhio, cascate e tanti incontri con abitanti di etnie diverse.

La valle di Mai Chau è un’altra località molto nota agli amanti del trekking e delle rotte in moto, famosa anche per la produzione di tè. Risaie terrazzate, laghi e fiumi ci faranno compagnia durante il tragitto.

Ho Chi Minh Trail

Il leggendario Ho Chi Minh Trail, tappa imperdibile di ogni viaggio in Vietnam in moto, ci guiderà fino al centro del paese. Visiteremo il parco nazionale di Ke Bang e Phong Nah, tra fiumi, cascate e zone dove le montagne rocciose ricordano la tanto visitata Halong Bay.

Il Vietnam è tristemente famoso per una tragica guerra durata vent’anni. I vietnamiti la chiamano “la guerra americana”; la DMZ (zona demilitarizzata vietnamita) ne ricorda ancora la crudeltà e ne commemora i caduti: una visita è consigliata per imparare qualcosa su questa triste pagina di storia del paese.

Hue

Ex capitale del paese, Hue è una cittadina piena di charme che conserva numerosi ricordi dell’antica dinastia dei re. Da non perdere una visita alle tombe dei re e una breve crociera sul fiume.

Hai Van Pass

Hai Van Pass, il passo che collega Hue a DaNang, è uno dei passi preferiti dai motociclisti. Sono 20 km di tortuosa strada costiera a 500 metri sul livello del mare.

Le curve sembrano non finire mai e alcune sono tornanti a gomito da brivido, ma a ogni svolta verremo ricompensati dalla spettacolare vista delle montagne immerse nella foschia, spiagge solitarie, foreste e le lucine lontane delle città. Sosta foto obbligatoria nei più bei punti panoramici!

Arrivati a DaNang non ci faremo mancare una fermata alle Marble Caves, una serie di grotte all’interno di suggestivi promontori di calcare; alcune di queste ospitano statue e altari buddisti.

Hoi An

Il nostro viaggio in moto nel Vietnam del nord e del centro si conclude a Hoi An, la città delle lanterne, dove potrete ammirare vecchie case coloniche francesi, santuari Buddisti, gallerie d’arte o i celebri canali. A Hoi An ci si può perdere nel turbinio della vita notturna oppure rallentare il rtmo e vivere la magia di una città che ogni giorno a partire dalle 18 circa chiude alle auto gran parte delle strade e si accende di mille lucine.

Se è vero che Hoi An è un’orgia di luci, ristoranti e locali, per chi alla vita sociale preferisce la tranquillità ci sono anche belle spiagge perfette per trascorrere un paio di giorni in relax. Il modo migliore per concludere la vacanza, no?

Viaggio in Vietnam in moto: informazioni pratiche

Quando è meglio andare? Con chi? È necessaria la patente internazionale? Come vestirsi? Ecco queste e altre informazioni utili per un viaggio in moto in Vietnam.

Quando andare

Il periodo consigliato per questo viaggio in moto va da aprile a giugno. Nei mesi da dicembre a marzo fa un pò freddo nel nord e la visibilità non è la migliore, ma il rischio pioggia è minore.

Da agosto a novembre è sconsigliato causa pioggia.

Con chi andare

Il viaggio può essere personalizzato per piccoli gruppi, coppie o viaggiatori solitari.

Mezzi utilizzati

Per questo viaggio si prende l’aereo solo per arrivare in Vietnam e tornare in Italia. Gli spostamenti interni vengono effettuati tutti in moto, con l’eccezione del viaggio di ritorno ad Hanoi che può essere effettuato in treno oppure con un breve volo nazionale da DaNang. Prenderemo la barca solo per la crociera sul lago Ba Be e lungo il fiume a Hue.

Ricordiamo che è obbligatoria la patente internazionale se si vuole guidare! Ovviamente non è necessaria per chi sceglie di effettuare il viaggio come passeggero.

Sistemazione

Dormiremo quasi sempre in homestay e un paio di notti in hotel. Le homestay, alloggi presso privati, sono sistemazioni pulite ma semplici; in alcuni casi il bagno è condiviso.

Cosa portare

Il bagaglio consigliato è uno zaino o un borsone morbido: rispetto ai bagagli rigidi può più facilmente essere caricato in moto.

Consigliamo di portare il minimo necessario, ma per chi non riesce a contenere peso e ingombro del bagaglio esiste la possibilità di caricare lo zaino o il borsone su una moto d’appoggio che lo porterà a destinazione ogni giorno prima del vostro arrivo.

Si consigliano scarponcini trekking e abbigliamento idoneo per spostamenti in moto.

Quanto costa e come prenotare

Per conoscere l’itinerario dettagliato del viaggio “Vietnam in motoretta: itinerario liberi come il vento”, i costi e altre informazioni o per richiedere un preventivo personalizzato contattaci.