Munitevi di “nòn là”, il tradizionale cappello a cono vietnamita, ed iniziate ad esplorare un paese che non solo vi affascinerà con i suoi paesaggi sempre unici ma anche con la sua storia millenaria che vi porterà indietro ai tempi della dinastia dei Nguyen a Hue oppure a vivere un momento di storia più recente visitando i tunnel sotterranei a Vinh Mocnell’area denominata DMZ.

Il viaggio non è completo se non si prova ad attraversare la strada a Hanoi o Saigon… impavida impresa per i più coraggiosi.

Il Vietnam è un paese vasto e molto diverso tra nord e sud non basterebbe un mese per vedere tutto quello che ha da offrire ecco cosa consigliamo di non perdere:

Hanoi:

Il quartiere vecchio dove l’esperienza più bella è quella di vagare tra i vicoletti e perdersi!  Non è facile avanzare per le vie tra mezzi, per lo più motorini, gente in movimento e bici che trasportano di tutto , se vi trovate al perso fermatevi in un bar e guardate divertiti lo scorrere della vita quotidiana. Le vie del quartiere vecchio sono oltre 50 e indicate con il termine Hang (merce) seguito dal nome della mercanzia che vi si vende. Non sperate di far affidamento sul nome delle vie per orientarvi, il più delle volte i nomi son coperti da matasse di fili della corrente. Se non ritrovate la via chiedete a qualcuno del posto che sarà ben lieto di aiutarvi!

Sempre ad Hanoi date un’occhiata alla train street, una stretta strada residenziale percorsa da un treno due volte al giorno. La strada in sé non è tanto diversa dalla maggior parte delle strade di Hanoi ma è surreale vedere passare il treno sulle rotaie dove pochi attimi prima i locali stavano seduti per poi sposarsi all’entrata delle loro abitazioni, pochi metri dalle rotaie, continuando con la loro vita quotidiana. Il treno passa ogni giorno alle 15,30 e alle 19,30.

Sapa: Immancabile il trekking attraverso le risaie di SaPa uno dei luoghi più suggestivi del Vietnam. Camminerete per chilometri accompagnati da guide locali di etnia H’Mong. Da non perdere una notte in homestay durante il trekking, vivrete una vera esperienza a contatto con la realtà locale.

Hue: Situata nel Vietnam centrale Hue con la sua Citadel fu la capitale per 143 anni. È una città ricca di storia e nei dintorni si trovano le 7 tombe risalenti alla dinastia Nguyen.

Consigliata una passeggiata sulle sponde del fiume dei profumi.

Vicino a Hue si trova la tristemente famosa DMZ (zona demilitarizzata vietnamita). Sorge a confine tra il nord e sud del Vietnam ed è rimasto il ponte di due colori a memoria della separazione del paese. Pur essendo “zona demilitarizzata’ è stata una delle aree più bombardate durante la guerra “americana “causando migliaia di morti da ambedue le parti. I cunicoli di Vinh Moc mostrano come la popolazione riuscì a sopravvivere vivendo per lungo tempo sottoterra e creando una comunità autosufficiente.

Hai Van Pass: Il passo che collega Hue a Hoi An (o viceversa!) panorama meraviglioso e consigliato percorrere il tragitto in moto. Ai tempi della guerra “americana” il tratto era chiamato “la strada senza gioia “a causa della vite perdute nell’attraversarlo.

Hoi An: La città delle lanterne patrimonio Unesco e tra il sedicesimo e il XVI e XVII secolo il maggiore porto del sud est asiatico. Molto facile da girare a piedi ogni giorno dalle 18/19 parte della città diventa pedonale ed è ancora più bello godersi lo spettacolo delle lanterne accese. Dopo aver passato la giornata ad ammirare l’architettura delle vecchie case coloniche francesi, i santuari Buddisti, le gallerie d’arte o i canali fermatevi sulle sponde del fiume e accendete una ben augurante candela.

Delta del Mekong: Un bel giretto in barca per i canali del Mekong e visita al mercato di Cai Rang il più attivo mercato galleggiante del delta del Mekong.

Merita una visita anche la cittadina di Can Tho con il suo tempio  e l’indovino che vi metterà di buon umore perchè, agli stranieri, predice solo un futuro roseo.

Ho Chi Minh: Per prima cosa recatevi al mattino presto al parco Tao Dan dove vi aspetta un inizio di giornata con i locali e la loro attività quotidiana. Sedevi ad osservare le persone che si prendono cura degli uccellini in gabbia sorseggiando una tazza di tè, altre che giocano una partita di badminton oppure unitevi a loro nel praticare Tai Chi o altri sport all’aria aperta. L’importante è arrivare al mattino presto! Dopodiché avrete tutto il tempo per girare la città partendo dal distretto 1, che può essere comodamente visitato a piedi, il Ben Than Market oppure Central post office.

Prendete un taxi o mezzo pubblico e dirigetevi al distretto 5 Chinatown/Cholon con i suoi templi e se avete voglia un ulteriore mercato. Concludete la giornata con una bella passeggiata sulle rive del fiume Saigon