La pace dei templi, le ferite profonde della storia recente, il relax della natura, tradizioni, albe e tramonti: la Cambogia è un paese tutto da scoprire, e per “tutto” intendiamo che è un peccato venire in Cambogia solo per Angkor Wat, l’attrazione turistica con cui i turisti occidentali associano questo paese.

Il nostro itinerario “Cambogia Insolita” è pensato per viaggiatori curiosi che desiderano visitare non solo l’attrazione più nota ma anche una parte di questo straordinario paese meno conosciuta e vuole avere un maggiore contatto con le varie etnie che lo popolano.

Il viaggio inizia a Phnom Penh e termina a Siem Reap: va bene un viaggio insolito, ma Angkor Wat è una delle meraviglie del mondo che non si può non vedere! Lo faremo a modo nostro, secondo la filosofia del viaggiare lentamente di Liberi nel Mondo e le regole del turismo solidale.

Le tappe dell’itinerario

Quali sono le località insolite da visitare in Cambogia? Ecco le tappe principali del nostro itinerario; per sapere il programma completo contattaci.

Phnom Penh

La capitale della Cambogia oggi si presenta come una città dai tratti caotici e contradditori ed è un ottimo punto di partenza per scoprire la storia recente del popolo cambogiano, martoriato prima a causa della guerra del Vietnam e poi di un periodo di dittatura sotto il regime di Pol Pot. Questi tragici eventi storici vengono ricordati nella scuola-prigione di Tuol Sleng, un museo per non dimenticare il genocidio.

Phnom Penh non offre al visitatore solo i ricordi di un triste passato ma anche magnifiche attrazioni culturali come il bellissimo tempio Wat Phnom, lo splendido palazzo reale e la pagoda d’argento; in più si può curiosare e fare shopping in coloratissimi mercati e concedersi rilassanti passeggiate lungofiume.

Kampong Cham

Lasciamo la capitale per spostarci verso est. La nostra prima tappa è Kampong Cham, il cui nome deriva dalla popolazione erede dell’antico regno di Champa.

È una città dall’atmosfera tranquilla, adagiata in una natura lussureggiante, ricca di edifici in stile coloniale. Qui il fiume Mekong si attraversa con un lunghissimo ponte di bambù… ma solo in alcuni periodi dell’anno! Si tratta infatti di un ponte stagionale, che viene montato e smontato tra la stagione secca e quella delle piogge.

Nelle vicinanze di Kampong Cham ci sono molti templi abitati da monaci per le preghiere e la meditazione.

Sen Monorom

Ci spostiamo verso la regione dei Mondulkiri e durante il viaggio sarà facile rendersi conto che si tratta di una zona poco turistica. Il panorama cambia, le case si fanno sempre più distanti le une dalle altre e la natura è un misto di risaie e montagne ricoperte da una fitta vegetazione.

La nostra base è Sen Monorom, punto di partenza di un bellissimo trekking nella giungla abitata da elefanti e altre specie di animali selvatici. Gli elefanti sono allo stato brado e noi li ammireremo così, senza salirci in groppa, nel rispetto delle buone prassi del turismo solidale.

Ratanakiri

Salutata Sen Monorom il viaggio ci porta a Ratanakiri, una zona abitata da ben 12 minoranze etniche e conosciuta per la tradizione delle capanne dell’amore… specifichiamo subito che queste ultime non sono alberghi per turisti in cerca di avventure! L’usanza delle capanne dell’amore però è curiosa ed è interessante conoscerla.

In zona visiteremo laghi, cascate, templi. Non ci faremo mancare una passeggiata nel parco nazionale.

Ratanakiri e le capanne dell'amore - Liberi nel Mondo

Stung Treng

Partiamo alla volta di Siem Reap ma prima di arrivare abbiamo il tempo per una sosta a Stung Treng. Questa cittadina è conosciuta solo come snodo stradale per varie località più note, ma vi mostreremo che non è così. Ci faremo cullare dal Mekong!

Siem Reap

Siem Reap non ha bisogno di presentazioni: è la base per la visita al meraviglioso complesso di Angkor, una delle attrazioni turistiche più famose di tutto il sud-est asiatico. Trascorreremo gli ultimi giorni in Cambogia ammirando i templi dell’era Khmer e le facce del tempio Bayon e ci godremo lo spettacolo mozzafiato di un’alba ad Angkor Wat.

Prima di salutare la Cambogia dedicheremo alcuni giorni alla visita del complesso del lago Tonle Sap con i suoi villaggi galleggianti.

Itinerario di viaggio Cambogia Insolita: info pratiche

Cambogia Insolita è un viaggio semplice, adatto a tutti. Ecco qualche informazione pratica che vi può essere utile a capire se è il viaggio per voi… o a iniziare già a fare le valige!

Quando andare

Il viaggio può essere svolto tutto l’anno, tuttavia per apprezzarlo al meglio il periodo consigliato – super consigliato! – va da dicembre a giugno.

Con chi andare

L’itinerario di viaggio è adatto a singoli viaggiatori, coppie e gruppi di amici.

Alloggio

Alloggeremo in sistemazioni semplici, tutte pulite ma in alcune località un po’ spartane. È richiesto un po’ di spirito d’adattamento.

Cosa portare

Non è richiesto un abbigliamento particolare, si consiglia tuttavia di indossare abiti e scarpe comodi.

Quanto costa e come prenotare

Ti è venuta voglia di scoprire una Cambogia insolita? Contattaci per conoscere il programma dettagliato del viaggio, i prezzi, come prenotare o per chiederci altre informazioni.